Eppela, il crowdfunding italiano

 - by davide

Il crowdfunding sbarca in Italia: Eppela. I sostenitori possono versare da pochi euro (ne bastano due) fino a investimenti copiosi, e chi presenta la sua idea ha tempo un mese per raggiungere l’obiettivo che si era prefissato. C’è, per esempio, il giovane regista che ha bisogno di 40mila euro per girare un cortometraggio con cui farà il tour dei festival del mondo e che ha addirittura promesso un ruolo da protagonista nella sceneggiatura di chi sovvenzionerà un quarto del totale. Senza arrivare così in alto con le cifre richieste, tra i primi progetti ce ne è uno legato al design che chiede solo cinquemila euro, e altri che arrivano da tutta Italia (incluse idee dalla Sardegna e dalla Sicilia) e da ogni settore, anche se ad andare forte tra le richieste sono soprattutto la tecnologia, il fronte sociale, il cibo, la moda, il design, l’arte e la cultura.

A volte basta prendere un progetto che funziona all’estero (qualcuno ha detto kickstarter?) e localizzarlo per avere fortuna. Funzionerà?

Enhanced by Zemanta
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...